Trofeo Papà Cervi

Gara Ciclistica Categoria ELITE/UNDER 23

Flower

VERSO IL 1º MAGGIO

Il 2010 è un anno denso di appuntamenti per il calendario civile italiano, il 65° Anniversario della Liberazione, il 50° Anniversario dei morti di Reggio Emilia del 7 luglio 1960, il 30° dalla Strage alla Stazione di Bologna. L’Istituto Alcide Cervi – che fin dalla nascita ha fatto del ricordo e del racconto del passato una delle sue caratteristiche salienti come dimostrano le numerose classi che visitano annualmente il Museo Cervi, i convegni di studio e approfondimento sulla storia, la civiltà contadina e il paesaggio, gli eventi culturali -, ha organizzato e aderito per questo aprile a diverse iniziative, tappe simboliche verso il 25 aprile e il 1 maggio. Per tutta la giornata del 25 aprile il Museo Cervi ospiterà concerti, stand e tutti gli antifascisti che vorranno festeggiare e ricordare la Resistenza nella casa dei Sette Fratelli Cervi. Come ormai da tradizione, la festa è organizzata insieme a partner fondamentali riuniti nel Comitato25Aprile quali Arci Provinciale, Circolo Arci Fuori Orario, Pro Loco di Gattatico, Anpi, Associazione Dai CampiRossi e molte altre realtà del volontariato del territorio. Sul palco di Casa Cervi si alterneranno saluti, recital e concerti. Fra gli ospiti: Sandro Ruotolo, Don Gallo, Paola Turci, i Kinnara, Paolo Nori e tanti altri. In attesa della Festa della Liberazione e della Festa internazionale dei lavoratori ecco gli appuntamenti:

sabato 17 aprile Ore 15.30 – Museo Cervi, visita guidata gratuita all’installazione fotografica
Muri che parlano – Oltre la dialettica del confine
Dal Poligono di Tiro di Reggio Emilia dove tanti partigiani e antifascisti fra cui i sette fratelli Cervi trovarono la morte, passando per i muri di Belfast, al muro della sala d’aspetto della Stazione di Bologna, per finire con i messaggi di speranza del murales di Banksy in Palestina e a quello ‘Tuttomondo’ di Keith Haring a Pisa il percorso, come voluto dagli ideatori dell’installazione, porta il visitatore a comporre un puzzle con tessere che non credeva di possedere, attraverso un continuo dialogo fra passato e presente, fra quello che sa e quello che facilmente dimentica grazie al silenzio dei mass media. Un itinerario suggestivo dove un luogo di memoria riconosciuto, come il Museo Cervi, riflette sul concetto stesso di memoria; un itinerario dove il visitatore è indispensabile, parte integrante della riflessione che attraverso la guida si snoda tela dopo tela. (Installazione realizzata con il contributo del Comune di Poviglio.)

Da martedì 20 aprile per i tipi di Einaudi sarà disponibile in tutte le librerie la riedizione de
I miei sette figli di Alcide Cervi e Renato Nicolai
Le memorie di Papà Cervi che hanno costituito l’inizio della narrazione storica di Casa Cervi. Il libro di Alcide, pubblicato per la prima volta nel 1955, è stato tradotto in moltissime lingue, ed è un best seller internazionale. Ancora oggi rappresenta, dopo più di 20 ristampe, la pietra miliare della memoria di questo luogo, nella schiettezza del ricordo da protagonista di Alcide Cervi.

Mercoledì 21 aprile Ore 21.00 – Circolo Arci Fuori Orario
in collaborazione con Anpi provinciale e Istituto Alcide Cervi – A cena con… i partigiani
a cui parteciperà Mara Redeghieri con canzoni popolari tratte dal suo album ‘Dio Valzer’. E’ obbligatoria la prenotazione presso il Circolo Fuori Orario.

Sabato 24 aprile Ore 10.30 – Teatro per le scuole CinemaTeatro Forum – Sant’Ilario d’Enza (RE)
iniziativa in collaborazione con il Comune di Sant’Ilario d’Enza
“Memoria indifferente. Le donne della resistenza. Un tributo alle donne partigiane in un atto unico.”
Narrazione a fumetti di e con Gianluca Foglia Fogliazza
Come sfogliando un libro, Fogliazza racconta, tela dopo tela, l’incontro con donne partigiane che la sua matita è andata a cercare fra Reggio Emilia e Parma, per definire i contorni di un racconto che veniva da lontano, da un nonno, voce maschile che apre e chiude questa ‘Memoria Indifferente’ che altro non è se non un viaggio dentro i sentimenti, le emozioni che certi incontri hanno suscitato in un uomo curioso di conoscere. Un viaggio quindi non attraverso la memoria diretta dei testimoni, ma attraverso le riflessioni suscitate da quei racconti in una persona di oggi.

Per informazioni e prenotazioni: Miriam Salsi – Comune di Sant’Ilario: tel. 0522 902870 Morena Vannini – Museo Cervi: tel. 0522 678356 email: didattica@istitutocervi.it

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.